Guarcino, Trivigliano e Vico studenti tra presepi e solidarietà.

Presepi e solidarietà

La spiegazione del presepe, nell’800° anniversario della prima rappresentazione, visitando quello nella chiesa parrocchiale di Guarcino dopo aver seguito la strada dei presepi e la mostra dei presepi, soffermandosi a conoscere la simbologia di alcuni personaggi come la lavandaia, il pastore addormentato, il pastore della meraviglia, il pescivendolo, i magi spiegando; entrando anche nel significato della sigla CMB (Christus mansionem beneficat) che si può notare su alcuni portoni e che indicava non solo i nomi in latino dei magi ma anche la benedizione delle case nel giorno della Epifania. Il tutto sotto la guida attenta e preparata del professor Gabriele Ritarossi, docente di religione cattolica.

Una attività che ha consentito ai ragazzi della prima, seconda e terza media di scoprire più approfonditamente anche il paese di Guarcino, in una relazione scuola-territorio che, attorno alla radici e tradizioni cristiane, può offrire un proposta culturale di notevole interesse per gli studenti.

Un’esperienza simile anche per le tre classi medie di Vico nel Lazio, sempre del plesso scolastico comprensivo di Guarcino, con la visita al presepe della parrocchia del paese, ancora seguiti dal professor Ritarossi.

Un’altra bella attività ha invece riguardato gli alunni della classe terza della SSI grado di Trivigliano, nell’ambito dell’insegnamento inerente l’Educazione civica e il percorso ‘Orientamento’: nei giorni scorsi si sono infatti recati presso la Comunità in dialogo di Trivigliano, per condividere insieme un momento di raccoglimento e ascoltare alcune testimonianze dirette, al fine di riflettere sul problema riguardante le dipendenze. È stato un incontro interattivo e partecipativo, al quale seguirà un’attività in classe, sia di produzione scritta che di approfondimento specifico.

A Trivigliano sono stati coinvolti i docenti Agostina Agostini,  Anna Biaselli, Eleonora Ambrosi.